Home > Racconto > Aristide rientra ad Haiti alla vigilia del ballottaggio presidenziale

Aristide rientra ad Haiti alla vigilia del ballottaggio presidenziale


Domenica, domani, si vota ad Haiti per il secondo turno delle travagliate elezioni presidenziali, inizialmente previste per febbraio 2010 e poi rimandate a causa del terremoto. Sulla schede gli haitiani troveranno i nomi di Manigat e Martelly, ma gli ultimi giorni di campagna elettorale sono stati monopolizzati dal rientro in patria, dopo 7 anni d’esilio dell’ex presidente Jean-Bertrand Aristide.

Per capire chi è Aristide e che ruolo ha giocato nella storia recente di Haiti. Vi riportiamo un brano tratto dal capitolo Storia dell’isola che ha fatto la Storia dal libro Haiti: l’isola che non c’era, pubblicato dall’associazione ColorEsperanza all’inizio dell’anno. (Maggiori informazioni sul libro qui)

Chi è Aristide?

Nel 1991, il leader carismatico, prete cattolico, Jean-Bertrand Aristide venne eletto presidente grazie alla capacità di convogliare sulla sua figura le speranze dei contadini e dei più poveri. Fu tuttavia deposto dopo poco tempo da un colpo di stato guidato da Raoul Cédras, capo dell’esercito e “diplomato” presso la scuola militare statunitense di Fort Benning in Georgia, nota come School of Americas, famosa per aver istruito molti dittatori e responsabili di stragi in America Latina. Seguirono tre anni segnati dal brutale controllo di una giunta militare. Nel 1994, la mediazione statunitense guidata dall’ex presidente Jimmy Carter e il conseguente sbarco di 20.000 marines riportò Aristide al potere: uno dei suoi primi atti fu lo scioglimento dell’esercito, decisione che incontrò un forte favore popolare. Nel 1996 ad Aristide successe il suo alleato nonché ex-primo ministro René Préval. Aristide tornò al potere nel 2001, dopo un voto che fu boicottato da molti suoi rivali, i quali accusarono il suo partito di aver fatto brogli in una precedente elezione del Senato. Aristide negò le imputazioni e a sua volta accusò i suoi avversari di essere sottomessi all’influenza americana e di aver tramato alle sue spalle. Nel febbraio del 2004 Aristide fu deposto da un gruppo di ribelli armati, guidati da bande urbane precedentemente al servizio del partito presidenziale e da ex-soldati. Gli Stati Uniti intervennero ancora una volta sbarcando con i marines a Port-au-Prince, seguiti poi da una missione ONU, la MINUSTAH. Le nuove elezioni del febbraio 2006 hanno portato René Préval ad essere rieletto presidente. Le elezioni del 2010, rinviate a novembre dopo il terremoto del 12 gennaio sono state ancora fonte di grosse tensioni tra i sostenitori di Préval e i candidati dell’opposizione, Mirlande Manigat, moglie dell’ex presidente Leslie Manigat che rimase in carica pochi mesi dopo la caduta di Baby Doc, e il cantante di kompa Michel Martelly.

Annunci
Categorie:Racconto Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: