Archivio

Archive for novembre 2013

Dal volontariato al lavoro: giovani protagonisti delle nuove professioni

28 novembre 2013 Lascia un commento

Mercoledì 4 dicembre, dalle ore 16.30, presso la Filanda (via Pietro da Cernusco) di Cernusco sul Naviglio si svolgerà l’incontro dal titolo

Dal volontariato al lavoro: giovani protagonisti delle nuove professioni

Alcuni giovani che hanno saputo trasformare le proprie passioni, lo sport, la cultura ed il sociale, in attività lavorativa… porteranno una testimonianza importante…perché creare lavoro è possibile.

Un momento utile a far incontrare le nuove professioni con i giovani, per capire, informarsi e orientarsi.

Saranno presenti L’assessore provinciale Stancari, il Sindaco di Cernusco Eugenio Comincini, il vicepresidente dei giovani imprenditori d Milano, Lodi, Monza Piersergio Trapani e Giuseppe Saponara di CIESSEVI.

L’incontro, promosso dalla Provincia di Milano, si rivolge alla cittadinanza tutta ed in modo particolare ai giovani del territorio.

Hanno aderito diverse realtà, cooperative, associazioni fra cui Cooperativa Sociale Industria Scenica, ColorEsperanza, EX.it consorzio di cooperative sociali, l’associazione giovanile I Cani da Reporter, Fuori dal Comune, MW Radio, Accademia Formativa della Martesana, La Filanda, Cooperativa sociale Milagro, il Progetto spazio Giovani Martesana, Ciessevi Milano. Leggi tutto…

Annunci

Per Natale dona un banco!

26 novembre 2013 1 commento

Fai un doppio regalo, alla persona che vuoi celebrare e ai bambini delle scuole della Repubblica Dominicana

Il prototipo del banco che verrà prodotto nel Carcere di Salcedo, Repubblica Dominicana

L’Associazione ColorEsperanza con l’appoggio del Carcere di Salcedo promuove una campagna per dotare di banchi la scuola comunitaria di Monte Llano “Los Amiguitos de Cristo” che ospita oltre 150 bambini dominicani e haitiani che altrimenti non potrebbero avere accesso all’istruzione.

Come funziona il regalo solidale?

Tu fai un’offerta che corrisponde all’acquisto di un banco scolastico a nome di un tuo amico. La persona da te indicata riceverà nel giro di pochi giorni una lettera “regalo solidale” che attesta la donazione fatta da voi a suo nome insieme a del materiale informativo.

Qui trovi la descrizione dettagliata.

Ricorda che le donazioni a ColorEsperanza sono detraibili fiscalmente.

Arrivato il calendario 2014 di ColorEsperanza dedicato ai murales

22 novembre 2013 Lascia un commento

La Ruta de los Murales è un progetto della Provincia Hermanas Mirabal, in Repubblica Dominicana. Attraverso l’arte vengono trasmessi valori sociali, ambientali e culturali. Iniziata nel 2004 oggi conta più di 400 opere visibili sugli edifici dei comuni di Salcedo, Tenares e Villa Tapia.

Il calendario 2014 di ColorEsperanza sancisce il legame della nostra associazione con queste terre dopo aver realizzato, con artisti dominicani, due murales anche in Provincia di Milano, a Sesto san Giovanni e Cernusco sul Naviglio.. Le foto sono del fotografo Felix Sepulveda.

 

calendario

HISPANIOLA – DESIGN PER SOLIDARIETÀ

Il calendario di ColorEsperanza, oltre a far conoscere le bellezze e le attività dell’associazione e della Provincia Hermanas Mirabal, punta a sostenere un importante progetto. Nel gennaio del 2012 ColorEsperanza, in collaborazione con lo studio Modoloco design, ha inaugurato un’iniziativa unica, che ha unito in forma innovativa design e solidarietà: la mostra Hispaniola – Design per solidarietà. Dieci designer di fama internazionale hanno progettato i banchi per le scuole comunitarie che sorgono dentro e fuori dalle baraccopoli caraibiche. Tre di questi progetti sono stati selezionati e portati in Repubblica Dominicana e i prototipi sono stati realizzati proprio nella provincia Hermanas Mirabal, nel laboratorio di falegnameria interno al cercare di Salcedo.

Nel 2014 ColorEsperanza sosterrà la produzione dei banchi e la loro distribuzione nelle scuole. Grazie a questo calendario e la campagna “dona un banco” e raggiungeremo due obiettivi:

  • dare un’opportunità lavorativa alle persone presenti nel carcere, contribuendo in modo efficacie al loro reinserimento sociale e lavorativo.
  • dotare i bambini della scuola di Monte Llano “Los Amiguitos de Cristo” di un elemento fondamentale per la loro istruzione.

Leggi tutto…

Al via la campagna Dona un banco!

15 novembre 2013 9 commenti

Quest’anno coloresperanza ha deciso di dedicare la tradizionale campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi a un tema che ci sta particolarmente a cuore:

I BAMBINI E IL DIRITTO ALLA STUDIO

 Da sempre in prima linea per sostenere le scuole “di frontiera” nelle comunità povere dominicane, che ogni anno accolgono bambini e adolescenti dominicani e haitiani altrimenti esclusi dall’accesso all’istruzione, quest’anno ColorEsperanza lo farà in modo innovativo, con un nuovo e importante obiettivo:

REGALARE UN BANCO A OGNI BAMBINO CHE FREQUENTA LE SCUOLE GESTITE DALLE ONG LOCALI NOSTRE PARTNER.

Per questo abbiamo creato la Campagna “DONA UN BANCO!” , che ha proprio l’obiettivo di fornire gratuitamente un banco a tutti i bambini di queste scuole:
ogni euro donato sarà integralmente inviato al Laboratorio di falegnameria del Carcere di Salcedo, per coprire i costi di produzione dei banchi… e non sarà un banco qualsiasi! Per due motivi:

Partecipare alla campagna è semplice e potete farlo con una semplice donazione libera, dell’importo che vorrete, in contanti o tramite bonifico con causale “Donazione per banchi”

 

Per tutti i dettagli sui banchi visitate il sito www.hispanioladesign.com.

Contiamo come sempre sulla vostra partecipazione e vi raccomandiamo diffondere al massimo l’iniziativa.

Grazie!dona un banco

14 novembre: Nuovi antropologi e nuove frontiere da Trieste alla Repubblica Dominicana

4 novembre 2013 Lascia un commento

Giovedì 14 novembre 2013, ore 21:00
Nuovi antropologi e nuove frontiere
presso Libreria del Naviglio
via Marcelline 39, Cernusco sul Naviglio

copertina libro paoloL’antropologia culturale – sapere riflessivo, in bilico tra diversi gruppi sociali – offre strumenti stimolanti per comprendere la contemporaneità. La sua caratteristica principale, quella di fornire analisi dei fatti sociali attraverso approfondite ricerche di campo, produce un modo diverso per interpretare e conoscere i processi che agitano il mondo. La serata, presentando i risultati di due ricerche etnografiche condotte nello stesso periodo di tempo in due paesi assai distanti tra loro (Italia e Repubblica Dominicana), cercherà di far luce su un concetto oggi particolarmente dibattuto, ossia quello di confine/frontiera.

ColorEsperanza organizza un incontro con Stefano Pontiggia e Paolo Grassi, antropologi autori di due recenti testi che intersecano il tema della frontiera.

Stefano Pontiggia (Università di Ferrara), Storie Nascoste: antropologia e memoria dell’esodo istriano a Trieste, Roma, Aracne Editrice, 2013

Come è possibile venire a patti con un passato di guerra, violenza e diaspora? Come queste esperienze permettono di riflettere attorno a concetti quali storia, memoria e verità? Il libro, esito di una ricerca condotta a Trieste, riflette sul modo in cui un gruppo sociale vasto ed eterogeneo, quello degli esuli dall’Istria nel secondo Dopoguerra, elabora simbolicamente i traumi della II Guerra mondiale. Attraverso le storie dei protagonisti possiamo comprendere il processo sociale che dai ricordi individuali porta alla memoria collettiva del passato.

Paolo Grassi (Università di Verona), Come tra mare e terra: confini e frontiere urbane in uno slum della Repubblica Dominicana, Roma, Aracne Editrice, 2013.

Il libro descrive i risultati di una ricerca etnografica compiuta tra il 2006 e il 2007 in uno slum della Repubblica Dominicana abitato in prevalenza da ex contadini dominicani e migranti haitiani. Rifacendosi ad una consistente letteratura storico-antropologica riguardante le categorie del confine e della frontiera, l’autore propone uno studio articolato della costruzione (e della contemporanea critica) della divisione intercorrente tra slum e città. Nel testo il confine e la frontiera vengono associate all’analisi situazionale di tre eventi critici relativi alla recente storia del quartiere: l’edificazione di un muro, la costruzione di un ponte pedonale, l’apertura di una scuola.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: