Archive

Posts Tagged ‘banchi’

Banchi e libro ‘Design, Scuola e Solidarietà’… continuano a viaggiare veloci!

31 gennaio 2017 Lascia un commento

Non solo la produzione dei banchi, ma anche il Libro ‘Design, Scuola e Solidarietà’ …..continuano a viaggiare veloci!
Ecco infatti un  articolo della Rivista nazionale La Freccia, che ha scelto di dedicare il numero di Febbraio 2017, a fianco di un’esperienza d’eccellenza come quella di Emergency, proprio all’esperienza del progetto ColorEsperanza ‘Hispaniola-Design per Solidarietà’ e al nostro nuovo Libro ‘Design, Scuola e Solidarietà’ che, come sapete, nasce dall’ispirazione del progetto con il duplice obiettivo di ampliare il dibattito culturale su forme innovative di solidarietà e prospettive di interazione e scambio fra attori e settori diversi, quali il design e la cooperazione internazionale e al contempo sostenere, con i proventi del volume, la Campagna ‘Dona un banco!’ per proseguire con la produzione dei banchi della linea ‘Hispaniola’!

Ve lo regaliamo in anteprima qui, con l’auspicio lo possiate leggere in uno dei vostri prossimi viaggi di piacere o di lavoro… e soprattutto che corriate a comprare il libro!

pagina1
pagina2

Consegnati nuovi banchi della serie “Hispaniola” al Centro de Atención a la Diversidad

19 dicembre 2016 Lascia un commento

A dicembre abbiamo ricevuto la bella notizia che quattro banchi della linea “Hispaniola”, progetto al quale è stato dedicato il libro Design, scuola e solidarietà, sono stati consegnati al Centro de Atención a la Diversidad per la Scuola di Appoggio alla Diversidad di Villa Tapia.

I banchi, nati dalla collaborazione con design internazionali dentro al progetto “Hispaniola” finanziato da Fondazione Cariplo, sono prodotti nel carcere di Salcedo e distribuiti a scuole e centri comunitari della Repubblica Dominicana in forma gratuita. Grazie ai finanziamenti raccolti da ColorEsperanza tramite la campagna “Dona un banco” abbiamo potuto donare questi importanti strumenti educativi alla scuola Pequeños Amiguito de Cristo (Monte Plata) e alla Red de Centros Comunitarios para la Infancia (prov Hermanas Mirabal).

Grazie ad un finanziamento della Tavola Valdese ora si sono potuti produrre nuovi banchi per la Escuela de Apoyo a la Diversidad, realtà che opera nella provincia Hermanas Mirabal aiutando i bambini che hanno necessità educative speciali, legate e non, ad una disabilità. Nella scuola lavorano due nostre socie, Montse e Gladis che hanno collaborato all’apertura, nei mesi scorsi, di un centro nella città di Villa Tapia.

Siamo molto contenti che il lavoro promosso da ColorEsperanza stia riscontrando gli interessi di differenti finanziatori e che più realtà possano godere di questi mobili studiati per il benessere dei bambini.

I banchi all'interno del carcere di Salcedo dove sono stati prodotti

I banchi all’interno del carcere di Salcedo dove sono stati prodotti

Lo spazio prima della consegna dei banchi

Lo spazio prima della consegna dei banchi

Lo spazio della Scuola d'appoggio alla diversità arredato con i banchi

Lo spazio della Scuola d’appoggio alla diversità arredato con i banchi

Presentazione al pubblico del nuovo libro “Design Scuola Solidarietà”: 19 novembre a Lambrate

5 novembre 2016 Lascia un commento

Sabato 19 novembre è un momento molto importante per l’associazione.
Ci sarà l’uscita al pubblico del nuovo libro “Design Scuola Solidarietà” curato da Helga Sirchia e Claudio Larcher.
È certamente una novità nel settore: il titolo unisce tre parole che raramente stanno insieme e questa è stata la sfida: il mondo del “design” orientato alla “solidarietà internazionale ” agganciando il mondo della “scuola” .
I “banchi” forniti alle scuole di base della Repubblica Dominicana , da ColorEsperanza, ne sono l’esempio concreto.
Il libro ha anche questa finalità: raccontare una storia di successo per diffondere un’idea , dire che “si puó” costruire un mondo diverso , basato su regole nuove.
Crediamo che se raggiungessimo questo risultato avremmo compiuto un’opera superiore a quella di fornire fisicamente i banchi a chi ne ha bisogno.
Gli autori ci hanno messo tempo e passione, adesso sta a noi favorirne la diffusione.
Per questo vi invitiamo tutti ad esserci sabato 19 novembre alle ore 16, a Lambrate, presso il circolo Acli, via Conte Rosso, alla presentazione e diffusione del libro.

14939942_362288334115728_29530806400115323_o

Consegnati al Centro Comunitario per l’Infanzia i banchi donati da ColorEsperanza

13 marzo 2016 2 commenti

In questi giorni ci sono arrivate delle foto che ci han fatto emozionare.

Come sapete, da diversi anni ColorEsperanza è impegnata nella campagna Dona un banco, nata dal progetto Hispaniola – Design per solidarietà e da un’idea del designer Claudio Larcher.

Avevamo chiesto, a suo tempo, a 10 designers di cimentarsi nel difficile compito di disegnare banchi e sedie per le scuole comunitarie della Repubblica Dominicana. Tre furono i progetti scelti per la realizzazione all’interno del Laboratorio di falegnameria del Carcere di Salcedo, e, grazie alle donazioni raccolte, abbiamo potuto effettuare nell’agosto 2014 la prima consegna di banchi alla scuola comunitaria di Monte Llano, nel nord della Repubblica Dominicana.

Non ci siamo però fermati alla prima consegna poichè le esigenze di mobiliario scolastico di qualità sono molte sull’isola. Grazie alla campagna realizzata nel 2014 e nel 2015, che ha visto l’apporto di molte persone attraverso la campagna del Regalo Solidale e l’importante contributo della lista Vivere Cernusco che ha donato alla causa i proventi della festa dei loro 30 anni di vita, oltre al contributo del Bar-Ristorante Bluè, avevamo a disposizione fondi per una nuova produzione.

Questa volta abbiamo individuato come destinatari i Centro Comunitari per l’infanzia della provincia Hermanas Mirabal, la stessa in cui si trova il laboratorio del carcere. Questi centri offrono uno spazio di socilizzazione, crescita e formazione a bambini di 4 anni di comunità povere o a rischio di emarginazione, per favorire il loro inserimento nella scuola regolare. Date le caratteristiche dei centri, però, i modelli pensati per le scuole elementari han dovuto essere adattati:

  • il nostro nuovo “pubblico” è più giovane, quindi le misure andavano adattate;
  • non era necessario un banco per il lavoro individuale del singolo bambino, ma era richiesto uno spazio per i lavori di gruppo;
  • i centri comunitari non sono usati esclusivamente per le attività con i bambini, per questo i banchi e ele sedie, ogni giorno, vanno organizzati all’interno di piccoli magazzini.

Con i lavoratori del laboratorio carcerario e i designers autori dei progetti, abbiamo, quindi, effettuato una serie di modifiche ai banchi e alle sedie per renderli più rispondenti alle nuove esigenze. Il risultato ci ha sorpreso, ancora una volta, e ci ha permesso di dotare di nuovi nuovi mobili ben 3 centri.

Ecco alcune foto significative:

Lo studio dei nuovi prototipi e i modelli originari. Carcere di Salcedo.

Lo studio dei nuovi prototipi e i modelli originari. Carcere di Salcedo. Modello di Claudio Larcher.

Lo studio dei nuovi prototipi e i modelli originari. Carcere di Salcedo.

Lo studio dei nuovi prototipi e i modelli originari. Carcere di Salcedo. Modello di Simone Simonelli

I banchi, come dicevamo, sono stati realizzati, e in parte ripensati, dai detenuti del Carcere di Salcedo. Questa struttura è particolarmente interessante perchè, all’interno delle leggi dominicane, riesci a coniugare la giustizia per il reinserimento della persona condannata nella società favorendo l’accesso a programmi di educazione, lavoro e attività sportiva.

Il nuovo modello, nella versione definitiva, a sinistra. Sullo sfondo uno dei murales che abbelliscono l'interno del carcere.

Il nuovo modello, nella versione definitiva, a sinistra. Sullo sfondo uno dei murales che abbelliscono l’interno del carcere.

I banchi e le sedie esposti davanti all'ingresso del carcere.

I banchi e le sedie esposti davanti all’ingresso del carcere.

Nella riprogettazione, uno degli elementi di cui si è tenuto più conto, è stata la possibilità di sistemare i banchi e le sedie, nel momento in cui non sono utilizzate, in poco spazio. Se per il modello Paco y Paco di Claudio Larcher, questo veniva naturale (poichè il banco si può aprire completamente con un semplice movimento), per il banco di Simone Simonelli, si è studiata una struttura in modo che i banchi possano incastrarsi uno sull’altro.

Il modello Paco y Paco aperto e chiuso

Il modello Paco y Paco aperto e chiuso

2016-03-07 08.47.08

Cinque e più banchi occupano lo spazio di uno solo grazie alle gambe ad incastro

Le sedie possono impilarsi una sull'altra formando una colonna stabile e occupando poco spazio.

Le sedie possono impilarsi una sull’altra formando una colonna stabile e occupando poco spazio.

A questo punto non ci rimane che mostrarvi le ultime foto arrivate, quelle dei bambini seduti ai loro nuovi tavoli!

2016-03-07 09.40.11 2016-03-07 09.34.14 2016-03-07 09.39.41

Ma non ci vogliamo fermare qui, vogliamo poter dare nuovi banchi e nuove sedie, di qualità e funzionali, ad altri Centri comunitari ed ad altre scuole del paese. Per questo vi invitiamo a sostenere con una donazione alla campagna Dona un banco, sempre attiva, tutto l’anno.
Faccio del bene ai bambini dei centri, ma anche ai detenuti del Carcere di Salcedo che costruendo i mobili si costruiscono un nuovo futuro!

I lavoratori all'interno della struttura penitenziaria di Salcedo

I lavoratori all’interno della struttura penitenziaria di Salcedo

Regali solidali – Natale 2015

21 dicembre 2015 2 commenti

 

Natale è un momento per pensare a chi ci sta a cuore, alle persone a cui vogliamo bene e auguriamo ogni felicità.

È anche un momento per pensare a chi è meno fortunato di noi e anche per concretizzare la nostra vicinanza.

ColorEsperanza ha attivi due progetti di sostegno a distanza che non chiudono mai durante tutti i mesi dell’anno, ma che a Natale acquistano un’importanza particolare e che possono anche essere usati come dono.

Accompagnamento scolastico:

L’Associazione ColorEsperanza sostiene il Centro Hogar Virgen de Lourdes che da oltre 30 anni offre uno spazio di formazione e crescita per i bambini e i giovani poveri della Repubblica Dominicana e Haiti. Nella struttura che si trova a Salcedo, al centro dell’isola, vengono ospitati ogni anno 20 ragazzi e ragazze che non potrebbero altrimenti completare il loro percorsi di studio. Il Centro si fonda quasi esclusivamente sulla donazioni della comunità, di amici e di sostenitori.

Il progetto di accompagnamento scolastico prevede il sostegno a:

  • vitto per un anno per un ospite
  • spese per docenti di arte, musica e sport
  • cure mediche di base
  • spese per il mantenimento della casa

Con 200 euro (meno di un caffè al giorno) potete promuovere tutte queste iniziative per un anno, con 100 euro per sei mesi, 50 euro per 3 mesi.

Scopri di più qui.

Dona un banco:

I banchi della linea “Hispaniola – Design per solidarietà“, sono stati progettati da designer internazionali appositamente per questi bambini e verranno realizzati nel laboratorio di falegnameria interno al carcere di Salcedo. I banchi verranno donati ai Centro Comunitari per l’infanzia (leggi la descrizione dei centri)

campagna banco2015_low

Con l’iniziativa “Un regalo solidale” potrete dare il vostro contributo a questo progetto che sostiene una ONG locale, dare un’opportunità di lavoro ai detenuti di Salcedo e contribuire all’educazione dei bambini più poveri della Repubblica Dominicana.

COME?

Donazione di  80,00 € per ogni banco.

Ogni anno di accompagnamento scolastico donazione di  200,00 €

  • Scegliete la cifra da destinare al progetto (a partire da 20 €)
  • Scegliete la persona a cui desiderate fare il regalo solidale
  • Scegliete il progetto che volete sostenere
  • Versate la cifra che intendete donare tramite:
    un bonifico bancario intestato a:
    Associazione ColorEsperanza
    Presso la BCC di Cernusco sul Naviglio, P.za Ghezzi
    Codice IBAN IT 72 I 08214 32881 000000045411
    con causale: DONAZIONE -Regalo solidale

inviate una mail a: info@coloresperanza.org

comunicando l’avvenuto versamento, il vostro nome e cognome e codice fiscale (per detrarre la donazione) e il nome, cognome e indirizzo della persona/e destinataria/e del regalo.
Per comodità potete compilare questa scheda dati.

La persona da voi indicata riceverà nel giro di pochi giorni una lettera “regalo solidale” (facsimile accompagnamento scolastico, facsimile dona un banco) che attesta la donazione fatta da voi a suo nome insieme a del materiale informativo.

Con questo regalo avrete coinvolto una persona a voi cara in un progetto di cooperazione internazionale a sostegno dell’infanzia a rischio di esclusione sociale.

IMPORTANTE: ColorEsperanza trasferisce al partner dominicano il 100% delle offerte ricevuta per il progetto di regalo solidale.

Mostra ColorEsperanza c/oTriennale-“Il Design per la Scuola”

3 agosto 2015 Lascia un commento

Con grande piacere Vi invitiamo alla Mostra “Il Design per la Scuola”, promosso dalla Triennale, in collaborazione con ColorEsperanza, che ancora una volta vede protagonisti i banchi del nostro Progetto “Hispaniola – Design per solidarietà”.
Una nuova conferma del successo di questa nostra iniziativa, in cui abbiamo creduto con tenacia sin dall’inizio, nel (ormai lontano!) 2010, quando presentammo con successo il progetto a Fondazione Cariplo!

Da allora, come sapete, il progetto non si è mai fermato: sono state riproposte numerose edizioni della nostra Mostra ‘Hispaniola ‘ in molte e diverse location (musei, gallerie, fiere), a Milano, Torino, Bolzano!
Ed ora la mostra approda a Como, nell’ambito di un importante evento, che pone al centro dell’esposizione proprio il tema della Scuola e ha creato per questo tema una sezione specificamente dedicata. ColorEsperanza è presente con la mostra dei banchi di ‘Hispaniola’ proprio nella sezione tematica che a noi sta particolarmente a cuore: il diritto allo studio, per tutti i bambini!

Nonostante la quantità e ricchezza degli altri progetti esposti insieme ai nostri, ci è stato chiesto di inserire oltre al banco Paco y Paco di Larcher, anche gli altri due banchi selezionati dalla Giuria del progetto ‘Hispaniola’, di Ragni e Simonelli : sarà così possibile proporre una versione più completa della Mostra ‘Hispaniola’ e del progetto nel suo complesso!

La Mostra resterà aperta e visitabile fino al mese di ottobre !

Con l’occasione ringraziamo la Triennale per l’ulteriore riconoscimento alla originalità e al Valore sociale del progetto, ancora una volta l’arch. Claudio Larcher, ideatore e curatore della Mostra, e soprattutto i tanti, tantissimi sostenitori, che in questi anni, con le loro donazioni e tramite i regali solidali hanno permesso la produzione dei banchi e la loro distribuzione in forma totalmente gratuita alle scuole comunitarie più bisognose dell’isola…
grazie di cuore e contiamo di essere sempre più numerosi…. La Campagna “Dona un Banco” e’ sempre aperta!

idfbggbj Leggi tutto…

Ecco i banchi! I bambini di Monte Llano hanno finalmente un ambiente attrezzato per fare lezione

3 novembre 2014 2 commenti

La storia di questi banchi inizia diverso tempo fa quando ColorEsperanza decide di percorrere una strada nuova, ovvero quella di unire design e cooperazione internazionale. All’interno del progetto Hispaniola, finanziato da Fondazione Cariplo, invitiamo diversi design di fama internazionale a cimentarsi con il difficile compito di progettare dei banchi per le scuole comunitarie dominicane. Le caratteristiche che chiediamo sono diverse: materiali poco costosi, lavorazione semplice, alta trasportabilità e possibilità di occupare poco spazio, adattabilità a diverse età dei bambini.
Riceviamo una risposta entusiasta e nasce la mostra Hispaniola: design per solidarietà, che ha un grande successo e viene riproposta in diverse occasioni. Una commissione valuta i lavori e i prototipi e vengono individuati tre modelli che sono realizzati in Repubblica Dominicana all’interno del laboratorio di falegnameria del Carcere di Salcedo. Saranno gli stessi artigiani del carcere a scegliere il modello più adatto alle esigenze di produzione e delle scuole.
Viene individuato il disegno Paco y Paco di Claudio Larcher.

A questo punto rimane il problema di come finanziare la produzione dei banchi. ColorEsperanza inventa la campagna “Dona un banco” che ha un ottimo seguito e, insieme al ricavato della distribuzione dei calendari e il contributo del bar ristorante Blué, permette di avviare la produzione dei primi 27 banchi. Nelle settimane scorse vi avevamo annunciato l’avvenuta consegna dei banchi presso la scuola comunitaria di Monte Llano che accoglie bambini dominicani e haitiani di una zona molto povera del nord della Repubblica Dominicana. Oggi, possiamo farvi vedere le foto dell’aula arredata con i nostri banchi:

DSCN4870

Se vuoi continuare a sostenere questa iniziativa fai un giro sulla pagina della campagna DONA UN BANCO! Leggi tutto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: