Archivio

Posts Tagged ‘Progetti’

Il 5 x 1000 a ColorEsperanza, le vostre firme e i frutti

14 aprile 2016 Lascia un commento

Ieri ci siamo svegliati con la bellissima notizia che riguarda i dati della raccolta del 5 x 1000 dell’anno 2014.
45 persone hanno dato fiducia a ColorEsperanza per un totale di donazioni a oltre 1.700 euro.
Una cifra significativa che ci riempie di felicità e ci permette di aumentare il nostro sforzo a favore dei progetti in Repubblica Dominicana e Haiti.

Anche per il 2016 è possibile destinare a ColorEsperanza il 5 x 1000.
Farlo è semplice e completamente gratuito.
Basta segnare nell’apposito riquadro della dichiarazione dei redditi il codice fiscale dell’associazione: 91567460158

 

11008425_833030646732465_216300470636970123_n

 

Con i contributi del 5X1000 e le donazioni (detraibili ) che soci e sostenitori fanno alla nostra associazione possiamo sostenere i progetti delle nostre organizzazioni partner in Repubblica Dominicana e Haiti.
Nelle scorse settimane abbiamo presentato il progetto dei banchi donati ai Centri Comunitari per l’Infanzia, oggi cogliamo l’occasione per raccontarvi di una nuova iniziativa:

Venerdì scorso, a Salcedo in Repubblica Dominicana, alla presenza del presidente di ColorEsperanza, il Centro de Atención a la Diversidad, dove lavorano due nostre volontarie, ha donato 16 mucche ad altrettanti bambini e bambine con necessità educative speciali.
Il Centro si occupa di promuovere un’educazione inclusiva e da 5 anni porta avanti il progetto di “produttori speciali”, ovvero consegnare ai ragazzi un animale, in questo caso mucche, che siano al tempo stesso un mezzo per sviluppare le capacità relazioni del minore (una sorta di pet therapy) e uno strumento di sostegno economico per la famiglia. L’obiettivo è che, con il tempo, i bambini e giovani imparino a prendersi cura dell’animale apprendendo in questo modo un lavoro che possa aiutarli nel processo di sviluppo della propria autonomia.
Queste esperienze, innovatrici, locali e sostenute da una riflessione pedagogica, sono quelle che più ci piacciono come associazione e che possiamo continuare a sostenere grazie all’appoggio di soci e sostenitori.

DSC01606

Infine, comunichiamo che il nuovo corso di lingua e cultura spagnola e latinoamericana ha raggiunto venti iscrizioni e quindi abbiamo deciso di formare due gruppi. Anche in questo caso, grazie per la fiducia e l’appoggio.

Annunci

Consegnati al Centro Comunitario per l’Infanzia i banchi donati da ColorEsperanza

13 marzo 2016 2 commenti

In questi giorni ci sono arrivate delle foto che ci han fatto emozionare.

Come sapete, da diversi anni ColorEsperanza è impegnata nella campagna Dona un banco, nata dal progetto Hispaniola – Design per solidarietà e da un’idea del designer Claudio Larcher.

Avevamo chiesto, a suo tempo, a 10 designers di cimentarsi nel difficile compito di disegnare banchi e sedie per le scuole comunitarie della Repubblica Dominicana. Tre furono i progetti scelti per la realizzazione all’interno del Laboratorio di falegnameria del Carcere di Salcedo, e, grazie alle donazioni raccolte, abbiamo potuto effettuare nell’agosto 2014 la prima consegna di banchi alla scuola comunitaria di Monte Llano, nel nord della Repubblica Dominicana.

Non ci siamo però fermati alla prima consegna poichè le esigenze di mobiliario scolastico di qualità sono molte sull’isola. Grazie alla campagna realizzata nel 2014 e nel 2015, che ha visto l’apporto di molte persone attraverso la campagna del Regalo Solidale e l’importante contributo della lista Vivere Cernusco che ha donato alla causa i proventi della festa dei loro 30 anni di vita, oltre al contributo del Bar-Ristorante Bluè, avevamo a disposizione fondi per una nuova produzione.

Questa volta abbiamo individuato come destinatari i Centro Comunitari per l’infanzia della provincia Hermanas Mirabal, la stessa in cui si trova il laboratorio del carcere. Questi centri offrono uno spazio di socilizzazione, crescita e formazione a bambini di 4 anni di comunità povere o a rischio di emarginazione, per favorire il loro inserimento nella scuola regolare. Date le caratteristiche dei centri, però, i modelli pensati per le scuole elementari han dovuto essere adattati:

  • il nostro nuovo “pubblico” è più giovane, quindi le misure andavano adattate;
  • non era necessario un banco per il lavoro individuale del singolo bambino, ma era richiesto uno spazio per i lavori di gruppo;
  • i centri comunitari non sono usati esclusivamente per le attività con i bambini, per questo i banchi e ele sedie, ogni giorno, vanno organizzati all’interno di piccoli magazzini.

Con i lavoratori del laboratorio carcerario e i designers autori dei progetti, abbiamo, quindi, effettuato una serie di modifiche ai banchi e alle sedie per renderli più rispondenti alle nuove esigenze. Il risultato ci ha sorpreso, ancora una volta, e ci ha permesso di dotare di nuovi nuovi mobili ben 3 centri.

Ecco alcune foto significative:

Lo studio dei nuovi prototipi e i modelli originari. Carcere di Salcedo.

Lo studio dei nuovi prototipi e i modelli originari. Carcere di Salcedo. Modello di Claudio Larcher.

Lo studio dei nuovi prototipi e i modelli originari. Carcere di Salcedo.

Lo studio dei nuovi prototipi e i modelli originari. Carcere di Salcedo. Modello di Simone Simonelli

I banchi, come dicevamo, sono stati realizzati, e in parte ripensati, dai detenuti del Carcere di Salcedo. Questa struttura è particolarmente interessante perchè, all’interno delle leggi dominicane, riesci a coniugare la giustizia per il reinserimento della persona condannata nella società favorendo l’accesso a programmi di educazione, lavoro e attività sportiva.

Il nuovo modello, nella versione definitiva, a sinistra. Sullo sfondo uno dei murales che abbelliscono l'interno del carcere.

Il nuovo modello, nella versione definitiva, a sinistra. Sullo sfondo uno dei murales che abbelliscono l’interno del carcere.

I banchi e le sedie esposti davanti all'ingresso del carcere.

I banchi e le sedie esposti davanti all’ingresso del carcere.

Nella riprogettazione, uno degli elementi di cui si è tenuto più conto, è stata la possibilità di sistemare i banchi e le sedie, nel momento in cui non sono utilizzate, in poco spazio. Se per il modello Paco y Paco di Claudio Larcher, questo veniva naturale (poichè il banco si può aprire completamente con un semplice movimento), per il banco di Simone Simonelli, si è studiata una struttura in modo che i banchi possano incastrarsi uno sull’altro.

Il modello Paco y Paco aperto e chiuso

Il modello Paco y Paco aperto e chiuso

2016-03-07 08.47.08

Cinque e più banchi occupano lo spazio di uno solo grazie alle gambe ad incastro

Le sedie possono impilarsi una sull'altra formando una colonna stabile e occupando poco spazio.

Le sedie possono impilarsi una sull’altra formando una colonna stabile e occupando poco spazio.

A questo punto non ci rimane che mostrarvi le ultime foto arrivate, quelle dei bambini seduti ai loro nuovi tavoli!

2016-03-07 09.40.11 2016-03-07 09.34.14 2016-03-07 09.39.41

Ma non ci vogliamo fermare qui, vogliamo poter dare nuovi banchi e nuove sedie, di qualità e funzionali, ad altri Centri comunitari ed ad altre scuole del paese. Per questo vi invitiamo a sostenere con una donazione alla campagna Dona un banco, sempre attiva, tutto l’anno.
Faccio del bene ai bambini dei centri, ma anche ai detenuti del Carcere di Salcedo che costruendo i mobili si costruiscono un nuovo futuro!

I lavoratori all'interno della struttura penitenziaria di Salcedo

I lavoratori all’interno della struttura penitenziaria di Salcedo

Scarica gratis il calendario 2016 per viverlo con ColorEsperanza!

4 dicembre 2015 Lascia un commento

Come l’anno scorso, ColorEsperanza ha deciso di pubblicare on line il calendario per il prossimo anno.

Sarà un 2016 ricco di iniziative e progetti. Vi invitiamo a scaricare qui il file del calendario e stamparlo per ricordarvi di noi ogni giorno.

Troverete le notizie su il progetto di accompagnamento scolastico, dona un banco e molto altro. Il tutto arricchito dalle belle immagini de La Ruta de los Murales della provincia Hermanas Mirabal.

calendario_2016_frontecalendario_2016_retro

Scarica il Calendario 2015 di ColorEsperanza

9 dicembre 2014 Lascia un commento

Intenso, gratuito e on-line!

Il Calendario ColorEsperanza 2015 quest’anno è in formato digitale e scaricabile in forma  gratuita!
Un modo per restare fedeli alla tradizione del Calendario, farci compagnia tutto l’anno e omaggiare tutti gli amici e sostenitori di ColorEsperanza!
Il Calendario potrà essere diffuso a quanti vorrete e regalato liberamente!
Cogliamo qui l’occasione per ringraziare di cuore Roberta Campanella, che ha curato il progetto grafico insieme alla nostra socia Rosella Comi e ne ha reso possibile la realizzazione!

La versione in alta definizione del calendario è scaricabile qui.

fronte

Al via Alta Frecuencia: disabilità, politiche giovanili e impresa sociale in Repubblica Dominicana

3 marzo 2014 Lascia un commento

Con Marzo abbiamo dato il via ad un nuovo progetto Alta Frecuencia promosso in collaborazione con diverse realtà della Provincia Hermanas Mirabal in Repubblica Dominicana.

Il progetto prevede interventi su tre ambiti: la disabilità infantile, le politiche giovanili e l’inclusione sociale di carcerati attraverso il potenziamento del laboratorio di falegnameria.

Attualmente il progetto viene coperto economicamente grazie agli sforzi di ColorEsperanza e dei partner, ma siamo alla ricerca di una sponsorizzazione per l’ultima parte del finanziamento di almeno 2.000 euro.

Tra le attività proposte vi sarà anche l’apertura a Salcedo, presso la Casa de la Juventud, di una web-radio gestita dai giovani dominicani. Questa attività è stata possibile grazie ai ragazzi dell’associazione ControSenso di Bussero (MI) che hanno destinato a ColorEsperanza una parte degli incassi del Reggae Rock Festival 2013. Dalla musica offerta ai giovani italiani alla comunicazione realizzata da giovani dominicani. Nessuna accoppiata ci sembra più appropriata.

Non sarà questo l’unico punto di incontro tra Italia e Repubblica Dominicana, infatti, come ogni anno, tra luglio e agosto verrà realizzato un viaggio di conoscenza del paese caraibico con base proprio nella Provincia di Salcedo, inoltre, in autunno, verranno ospitate in Italia due educatrici dominicane per uno scambio sui metodi educativi con bambini con disabilità.

Non ci resta che partire (e trovare uno sponsor)!

Arazzo e telaio per raccontare i risultati del progetto Migras

28 maggio 2013 Lascia un commento

Grande affluenza alla Festa delle Culture 2013, animata dalle numerose iniziative proposte dalle associazioni e dalle scuole cernuschesi. ColorEsperanza e Bau Atelier hanno presentatola performance realizzata a conclusione del Progetto MIGRAS, coinvolgendo principalmente i bambini che hanno contribuito all’avvio di un arazzo che sarà compltato nel tempo in altre “festose” occasioni.

Migras ha tessuto fili tra italiani e stranieri, alla Festa delle Culture questi fili sono diventati visibili in un’istallazione creata dai partecipanti alla Festa. E all’ingresso della Filanda ha trovato spazio un grande arazzo realizzato all’uncinetto poi donato all’Ufficio Cooperazione di Cernusco sul Naviglio.

2013-05-23 18.54.21 Leggi tutto…

On-line il sito dedicato a HISPANIOLA – DESIGN PER SOLIDARIETÀ’

15 maggio 2013 1 commento

Finalmente on line il sito dedicato al progetto!

ColorEsperanza prosegue l’ impegno sul fronte del progetto innovativo di Design solidale, per la produzione dei banchi esclusivi di design, creati grazie al progetto Hispaniola nel 2012 e destinati ai bambini delle scuole della Repubblica Dominicana.

Per garantire la continuità e la visibilità al progetto e’ stato realizzato un sito interamente dedicato.

Il sito e’ stato creato in collaborazione con l’arch. Claudio Larcher di Modoloco Design, ideatore dell’ iniziativa Hispaniola- Design per solidarietà e curatore della omonima mostra:

www.hispanioladesign.com

Troverete tutte le informazioni sui progetti dei banchi, sui designers e sugli obiettivi e le fasi del progetto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: